Una gita tra i monti 5

Mentre il gruppo faceva il punto sulla situazione, Xiras lasciò la propria camera da letto e andò a parlare con il locandiere, a cui chiese di procurargli quattro ragazzi lesti di gambe e capaci nella caccia. Il figlio del locandiere tornò con tre ragazzi e una ragazza, a cui il coboldo dette le sue istruzioni…

 

Infine il gruppo decise di andare finalmente a parlare con Ulfgar, il nano sacerdote di Moradin, che secondo Serena era l’unico dei consiglieri a non essere stato coinvolto nell’uccisione dei suoi genitori.

Andati al tempio di Moradin Altairon, dimostrando molto tatto, chiese al nano cosa sapeva e, una volta compreso che Ulfgar non sapeva nulla sull’incendio, gli raccontò la storia che la giovane Serena aveva raccontato loro il giorno precedente.

 

Ulfgar fu sconvolto allo scoprire la verità, e decise di aiutarli a dimostrare la verità.

Dopo aver chiesto al gruppo di giurare sui loro Dei che quella fosse la verità, e aver ascoltato anche la versione di Ran, il nano suonò le campane del tempio, per convocare la popolazione.

Dinanzi al tempio si radunarono tutti gli abitanti di Silvercreek, compresi Rupert e Kira.

Il borgomastro andò dal nano a chiedergli cosa stesse succedendo, e vide che con lui vi era Ran.

Quando comprese cosa stesse per succedere, Rupert impallidì. Anche Kira venne invitata a unirsi agli altri consiglieri…

 

Ulfgar raccontò allora alla popolazione la storia della famiglia Larson, e di come gli altri consiglieri decisero di appiccare il fuoco alla casa. Altairon, alla richiesta di prove da parte di Rupert, disse che sarebbe andato ad aprire le tombe vuote di Serena e di Marcus, tuttora vivi.

Kira intervenne, accusando il giovane chierico di essere un eretico, e affermando che mai avrebbe permesso tale profanazione.

La popolazione, al sentire ciò, cominciava a dubitare delle parole del nano, quando Krystal (il famiglio di Aramil) intervenne: spacciatasi per un inviato divino, cominciò a volare sopra la folla riunita ordinando di aprire le tombe, e vedere quale fosse la verità…

 

Questa scena fece pendere la bilancia dalla parte del gruppo, e tutti andarono al cimitero, a controllare cosa ci fosse veramente nella tomba della giovane Serena Larson. Fu Altairon a scavare, e ad aprire la bara.

All’interno della cassa non vi erano che sassi.

 

Rupert, in un ultimo disperato tentativo di salvarsi, disse che tutto ciò che aveva fatto, lo aveva fatto per la sicurezza di Silvercreek. Ma questa volta non venne creduto…

Il borgomastro e la sacerdotessa vennero arrestati, e portati in un posto sicuro, nell’attesa dell’arrivo delle truppe reali.

 

Ora restavano solamente la Madre degli Incubi e le sue creature a minacciare Silvercreek…

 

Una gita tra i monti 5ultima modifica: 2009-09-02T18:57:00+02:00da paolo61175
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento