Una gita tra i monti 8

Mentre ancora si trovavano nel tempio di St. Cuthbert, a riflettere sulle prossime mosse, giunse Ulfgar. Questi chiese al gruppo quali fossero le loro intenzioni: quando questi risposero che sarebbero partiti al più presto, per porre fine alle azioni della Madre degli Incubi, il sacerdote disse che uno dei loro guerrieri migliori aveva espresso il desiderio di aiutarli a sconfiggere il mostro. Il gruppo acconsentì a incontrare il guerriero per il giorno successivo…

Dato che Xiras aveva esaurito la polvere nera che alimentava le sue armi, chiese al nano di procurargli una balestra adatta alla sua taglia, mentre Altairon chiedeva a Serena informazioni sul complesso sotterraneo. Purtroppo, i giovani lupi mannari non vi si erano mai inoltrati: dopo aver sgombrato l’ingresso dalle macerie che lo ostruivano, incontrarono la donna che si offrì di aiutarli nella sala del trono che si trovava praticamente all’ingresso.

Altairon, saputo questo, chiese a Ulfgar di procurargli degli specchi per illuminare la sala, e farne il loro campo base; infine, il gruppo andò a riposare alla locanda, con Xiao ospitato nella camera di Xiras, dato che Kalia e Crizia erano al tempio.

Nella notte…

Krystal prese il volo, lasciando la locanda, diretta verso la fattoria bruciata della famiglia Larson.

Raggiunta la fattoria, recuperò l’arco che Aramil aveva lasciato lì per Serena, e tornò a Silvercreek. Ma non vide che due occhi dallo sguardo malvagio la osservavano dalle tenebre…

Shintlara e Worland tornarono nella loro stanza, e qui l’elfa si spogliò…

Al mattino…

Worland si svegliò, e trovò Shintlara intenta a studiare freneticamente il libro di magia arcana che Sevarius le aveva dato tempo addietro. L’elfa finalmente era riuscita a comprendere pienamente il testo, e a utilizzare le formule magiche che vi erano descritte.

Xiao compì i suoi esercizi quotidiani, nel frattempo Altairon andò al tempio a pregare, e Aramil studiò i suoi incantesimi.

Altairon e Krystal si ritrovarono nella sala principale della locanda, dove vennero raggiunti da Ulfgar, in compagnia di un altro nano…

Ulfgar presentò loro Ryuk, il guerriero di cui gli aveva parlato il giorno precedente, e Krystal esclamando “Per tutti gli uccellacci spiumati!” commentò che già era duro reggere un nano, ma addirittura due! Dopodichè andò a chiedere al locandiere una pannocchia da mettere sul conto di Aramil…

Dopodichè, quando anche gli altri scesero dalle loro stanze, ci fu un giro di presentazioni, durante il quale Ryuk, il guerriero di cui aveva parlato Ulfgar il giorno precedente, venne presentato al resto del gruppo.

Dopo aver radunato l’equipaggiamento, e distribuito le provviste e l’attrezzatura richiesta al villaggio, il gruppo partì alla volta del laboratorio di Eritrius, diretto verso lo scontro con la Madre degli Incubi.

Il viaggio proseguì tranquillamente per tutto il giorno, e a sera il gruppo stava accampandosi, quando dalla foresta giunse un tremendo ruggito!

Dagli alberi sbucò un gigantesco orso, che si scagliò contro di loro…

L’orso ferì gravemente Ryuk, sopravvissuto solamente grazie alle cure di Altairon. Dopo i primi attacchi, la bestia tornò nel bosco, da cui uscì una donna, che sosteneva di essere la Madre degli Incubi…

Cosa succederà ora?

Una gita tra i monti 8ultima modifica: 2009-10-10T15:21:28+02:00da paolo61175
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento