Il Male si avvicina 6

 

Dopo la chiacchierata con Ariel, Alessandro De Neri venne accompagnato nel luogo dove era stata sepolta la creatura conosciuta come Madre degli Incubi. Il vampiro evocò un forte vento che disseppellì il mostro, dopodichè, una volta verificata la morte della creatura, venne nuovamente sepolta dallo stesso vento. Il vampiro, una volta ricevuta la conferma della morte della Madre degli Incubi, disse che ora l’ultimo piano di Ventrue era fallito.

Secondo Alessandro, fu il piano collegato alla Madre degli Incubi a spingerlo a tradire il suo signore e ad ucciderlo: Ventrue pianificava di catturare creature potenti da dare in pasto alla Madre, per poter creare un esercito completamente sotto il suo controllo, con cui attaccare i Piani Superiori e diventare veramente un Dio!

Dopo aver raccontato la storia della battaglia contro Ventrue, e aver detto loro che Elizabeth sarebbe rimasta a Free Haven, Alessandro rientrò nel portale, tornando alla capitale.

 

Passarono i giorni, mentre tutti loro erano impegnati nelle loro personali creazioni e ricerche…

Nel frattempo, a sud della Grande Dorsale…

Numerose città erano cadute sotto il dominio di un uomo, giunto da non si sa dove, di cui non si conosceva nemmeno il nome. L’uomo veniva chiamato solamente Il Generale.

Da un piccolo villaggio a sud della catena montuosa, venne inviato un ambasciatore per chiedere aiuto contro l’esercito del dittatore, mettendosi sotto la protezione degli Ironfist. Il suo nome era Alemon, un ranger mezzelfo. Dopo numerosi giorni di viaggio, giunse all’imboccatura del laboratorio, dove alcuni scheletri stavano lavorando sotto gli ordini di Rupert, per costruire nuove strutture esterne.

 

Tutte le creazioni vennero ultimate e, mentre il gruppo era radunato nel laboratorio a spartirsi la mercanzia, sentirono Rupert urlare dall’ingresso: qualcuno lo aveva attaccato!

Corsi fuori per vedere cosa succedeva, trovarono Rupert che disse loro che qualcuno aveva scagliato un pugnale contro di lui, ma l’aveva mancato.

Quando Alemon vide uscire tutti loro, e capì di essere stato individuato, si arrese e uscì allo scoperto. Venne portato dentro al sotterraneo, dove raccontò la sua storia. Altairon, non fidandosi del mezzelfo, mandò Ivana a controllare l’esterno, per verificare che non vi fossero altre persone con lui. Vennero quindi raggiunti da Shintlara e dai coboldi, che al momento dell’attacco si trovavano nella biblioteca sotterrane per ricerche.

Ascoltando la storia, il tempo passò. Ed Ivana non tornò.

 

Altairon chiese a Serena e a Marcus se l’avevano vista, ma i due ragazzi gli confermarono che la donna non era ancora tornata.

Decisero allora di lasciare il nuovo venuto alla custodia dei due lupi mannari e di Xiras, con tutta la sua banda di coboldi, e uscirono a cercare la donna.

 

La foresta era silenziosa, forse troppo silenziosa…

Worland seguì le traccie lasciate dalla guerriera, fino a che non la trovò.

La donna era riversa in una pozza di sangue, uccisa da numerosi colpi di lame affilate.

Si guardarono intorno, in cerca di traccie, e si resero conto che c’era qualcosa di innaturale tra gli alberi, qualcosa che aveva fatto scappare tutti gli animali della foresta.

Qualcosa di MALVAGIO…

Il Male si avvicina 6ultima modifica: 2010-03-19T07:00:00+01:00da paolo61175
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento