Le Terre Selvagge 22

Nel frattempo, Dresde aveva percorso le vie cittadine, raggiungendo le porte del castello di Blackgate. Qui venne fermata da una guardia, ma la donna gli mostrò un anello con sigillo che aveva con sé, e che la identificava come agente del Re. Immediatamente venne portata in una stanza, dove incontrò il braccio destro di Xiras, Darcos. Dresde consegnò al coboldo dalle scaglie dorate il suo rapporto, che lo lesse velocemente. Dopodichè Darcos disse che era opportuno che facesse lei rapporto al Re, e disse a Dresde di seguirlo.
Fu così che Darcos guidò Dresde lungo gli stessi corridoi percorsi poco prima dagli altri…

Shintlara stava spiegando ai suoi compagni che era necessario tenere sempre umida la fronte di Leda, perchè la cobolda aveva la febbre molto alta, quando Kalia ritornò con una caraffa contenente un liquido torbido. La guaritrice disse che la medicina era pronta, e che qualcuno doveva sorreggere Leda mentre gliela faceva bere. Torak si offrì di tenere sollevata Leda, mentre Kalia versava un po’ di liquido in un bicchiere. Nel frattempo Altairon assaggiò una goccia di infuso, sentendo un sapore decisamente amaro. Quando propose di addolcirlo con qualcosa, Kalia rispose che c’era il rischio che, aggiungendo qualcosa per addolcirlo, potesse alterarne anche l’effetto. Dopodichè fece bere, con molta attenzione, un bicchiere intero alla cobolda ammalata. Una volta che il liquido scese nella gola di Leda, Kalia si rilassò e disse che ci sarebbe voluto del tempo prima che facesse effetto, probabilmente qualche ora. In quel momente, qualcuno bussò…

Dalla porta entrarono Darcos e Dresde, con stupore dei membri del gruppo. Darcos salutò tutti loro, dopodichè disse a Xiras che doveva riferirgli cose importanti e riservate. Quando Xiras rispose al suo luogotenente di parlare liberamente, Darcos disse a Dresde di fare il suo rapporto.
La donna iniziò a riferire le informazioni che aveva raccolto nelle terre a sud del regno di Ironfist, e disse che il dittatore che stava conquistando un vasto regno si faceva chiamare il Generale, e che questo individuo poteva controllare le menti delle persone semplicemente parlando, e che poteva controllare in quel modo anche gruppi di persone. Quando Dresde descrisse il Generale, si resero conto che la descrizione coincideva con il tizio che li aveva attaccati al Laboratorio di Eritrius.

Altairon si ricordò quindi dei due lucertoloidi, che stavano in disparte, e li chiamò. Rassek e Kera si fecero avanti, mentre Xiras li osservava con attenzione.
Kera incominciò a parlare con Xiras, che chiamò Signore delle Pliccole Lucertole, dicendo che era stata inviata da suo padre Ussak, il Signore delle Lucertole della palude di Vorador, per proporre un’alleanza. Xiras diede il benvenuto ai due lucertoloidi, ma disse che quello non era il momento adatto per parlare di alleanze: lui non era disposto a lasciare Leda fino a che lei non fosse stata meglio, e quei discorsi avrebbero disturbato il riposo della cobolda. Offrì ai due lucertoloidi la sua ospitalità, fino al momento in cui avrebbero potuto parlare liberamente.
Kera acconsentì ad attendere…

Le Terre Selvagge 22ultima modifica: 2010-08-03T09:00:00+02:00da paolo61175
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento