Il Wisterton 10

Scortando Lady Katrine Griphonhearth, regina di Free Haven, il gruppo raggiunse il Portale degli Antichi, pronti a raggiungere le Terre Selvagge, per chiedere l’aiuto di Xiras contro il Wisterton.

Qui Aramil disse che aveva intenzione di andare a cercare Avion, il Maestro dell’Aria. Fu così che il gruppo si divise…

 

Aramil raggiunse il Laboratorio, dove trovò Ivana, che nel frattempo era risorta, assieme a Rupert. Quest’ultimo aveva l’aria preoccupata, e quando l’elfo gli chiese cosa avesse, rispose che Serena Larson si era chiusa nella sua camera da due giorni, e si rifiutava di uscire. Disse anche che la ragazza non aveva cibo ne acqua, e Rupert era preoccupato per la sua salute.

Aramil, scettico al riguardo delle preoccupazioni di Rupert, andò a chiedere spiegazioni a Serena. Dopo che riuscì a convincere la giovane licantropa ad aprire, entrò nella stanza, dove trovò la ragazza sciupata. Serena disse che, due giorni prima, aveva infine ricordato cosa era successo la notte in cui il Generale aveva attaccato il Laboratorio. Nei suoi ricordi, non fu Rupert ad uccidere suo fratello, infatti l’uomo si limitò a dargli il colpo di grazia. Fu lei, mentre era sotto il controllo del Generale, a sferrare i colpi che lo ridussero in fin di vita, mentre Rupert pose fine alle sofferenze del ragazzo. Aramil disse a Serena che la vita continuava, e che un giorno il Generale avrebbe pagato per la sua malvagità, e che lei doveva continuare a lottare. Dopo aver sentito le parole di Aramil, Serena apparve più tranquilla, e Aramil la lasciò sola a riflettere, per andarsi a preparare per il suo viaggio. Una volta ottenute le informazioni necessarie da Aria, Aramil ripartì alla volta del rifugio di Avion…

 

Nel frattempo, il resto del gruppo raggiunse, tramite il Portale, le Terre Selvagge, dove vennero fermati dai soldati di Xiras. Un ufficiale umano, quando vide il lasciapassare di Xiras, disse che il Treno era già partito e che non sarebbe ripartito prima del giorno successivo. C’era però un alternativa: avvisare il Re che erano lì mediante segnali di luce. Se Xiras avesse scelto di raggiungerli, sarebbe potuto arrivare la sera stessa. I segnali vennero inviati a Blackgate, e il gruppo attese una risposta. Nell’attesa, Torak accompagnò Ilde al mercato cittadino, dove la nana fece alcuni acquisti.

 

Giunse la sera, e il Treno tornò in città.

Xiras e i suoi compagni raggiunserò i loro alloggi, dove organizzarono gli aiuti per i profughi di Free Haven: il coboldo avrebbe inviato il necessario per aiutare i cittadini, oltre ad alcuni soldati.

 

Tutto era pronto per tornare a Free Haven…

 

 

Il Wisterton 10ultima modifica: 2010-08-31T09:00:00+02:00da paolo61175
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento